Anello del MONTE CIASTELAT e PALA FONTANA dal PIAN DELLE MORE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Monte Ciastelat e Pala Fontana sono due cime che si trovano nelle Prealpi Carniche e sono raggiungibili con dislivello moderato da Piancavallo. Punto di partenza della escursione è nei pressi di Pian delle More, lungo la strada che collega Piancavallo a Barcis. Nei pressi della partenza del sentiero CAI 971 si può lasciare l’auto sul lato della strada. Dalla strada si inizia a camminare lungo una pista forestale; dopo poche centinaia di metri si lascia la pista e si seguono a destra i segnali CAI del sentiero che si addentra nella faggeta. Poco oltre, si raggiunge un’altra pista forestale, la si segue per poche decine di metri e si continua a salire a sinistra lungo il sentiero CAI 971 nella faggeta. Dopo altri 10 minuti si intercetta una pista forestale e si prosegue nel bosco per ritrovare la strada poco più sopra. Dopo poche centinaia di metri si giunge ad un ampio trivio. La pista forestale CAI 971 prosegue a sinistra verso casera Montelonga mentre noi proseguiamo dritti seguendo le indicazioni della tabella CAI 915, che passando attraverso i pendii della casera dietro Ciastelat (ruderi), porta ad un trivio posto alla base della torretta del monte Ciastelat. Dal trivio in pochi minuti si sale al Ciastelat (breve tratto EE,  circa 1 ora e mezza dalla partenza). Dalla cima si torna al trivio e si seguono le indicazioni del CAI 915 che ci porta alla croce della Pala Fontana (circa 2 ore e mezza dalla partenza); a circa 2/3 del percorso fino a Pala Fontana si incontrano le indicazioni del sentiero locale per raggiungere casera Giais. Dalla croce si scende verso forcella Giais e sul sentiero CAI 988 giungiamo ad un bivio; proseguendo a destra si rientra verso il sentiero CAI 917 e quindi al Pian delle More mentre proseguendo a sinistra sul CAI 985 proseguiamo verso casera Caseratte, monticata (circa 1 ora e 20 minuti dalla Pala Fontana). Dalla casera si risale il pendio alle spalle in direzione di Piancavallo. al successivo bivio lasciamo a sinistra le indicazioni della Passeggiata delle malghe e proseguiamo a sinistra lungo la pista forestale. Dopo circa 250 metri si incontra sulla sinistra una traccia (in nero tratteggiato sulla Tabaccco ma non indicata sulle mappe gratuite nelle app) che scende nella faggeta, segnalata da un segnale rosso sbiadito. La traccia è ricoperta da foglie ma si intuisce il tracciato; altri segnali rossi e alcuni segnavia a tre colori sulle rocce ci indicano la direzione per scendere. Il sentiero interseca per tre volte la pista da fondo. Al terzo attraversamento della pista da fondo si incontrano delle tabelle giallo-blu della PiancavalloRun che indicano di seguire a destra la pista; per il momento si tralasciano queste indicazioni. Nel successivo tratto nella faggeta ho perso i segnali del sentiero (probabilmente sono rimaasto a  destra del sentiero) intersecando per la quarta volta la pista a fondo; con un po’ di senso di orientamento e seguendo (questa volta sì) le frecce giallo/blu della PiancavalloRun ho trovato la pista forestale che riporta al Pian delle More. Per trovare la pista giusta può essere utile aiutarsi con la linea elettrica aerea, che per un tratto corre parallela alla pista forestale che ho seguito. Quando la linea elettrica devia verso la strada asfaltata, la pista che porta a Pian delle More rimane nel bosco, proseguendo in traverso.
Sentiero CAI 971, 915, 988, 985 e sentiero non  CAI, Dislivello 700, Lunghezza Km 13,5, Tempo indicativo: 4h30m (escluse soste), Difficoltà E (EE solo il breve tratto per salire al monte Ciastelat), Altitudine min 1180, Altitudine max 1640.

Traccia GPS

CRETA DI LANZA, WINDSCHAUFEL E HOCHWIPFEL da PASSO CASON DI LANZA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con questa escursione saliamo su tre cime sopra i 2000 metri: Creta di Lanza, Windschaufel e Hochwipfel. Punto di partenza è il passo di Cason di Lanza, raggiunto da Pontebba. Si parcheggia nei pressi della casera Cason di Lanza, sul cui retro parte il sentiero CAI 458 che ci porta in 50 minuti alla sella di val Dolce; poco prima di raggiungere la sella è possibile visitare sulla sinistra la grotta di Attila. Dalla sella si prosegue a sinistra sul sentiero CAI 403. Al successivo bivio si lascia il sentiero CAI 403, che prosegue verso la sella di Cordin, e si seguono a destra le indicazioni OAV 417 (tabelle gialle dei sentieri austriaci) per Rattendorfer Alm. Il sentiero perde qualche decina di metri di quota portandosi sul versante orientale delle Pale di San Lorenzo. Al successivo bivio si continua in traverso sul sentiero OAV 417, lasciando a destra il sentiero che scende a Rattendorfer Alm. Il sentiero gira intorno alle Pale di San Lorenzo, passando nei pressi di una torbiera, dirigendosi verso ovest, alla sella di quota 1955m tra pale di San Lorenzo e Creta di Lanza. Alla sella troviamo le indicazioni per la casera Cordin, che utilizzeremo al rientro. Dalla sella si sale alla Creta di Lanza, seguendo dapprima una traccia evidente che sale dalla sella e poi per cresta (oppure si può anche seguire il sentiero OAV 417 e poi risalire il pendio erboso a sinistra). Dalla cima della Creta di Lanza (circa 1h40m dalla sella Val Dolce) scendiamo sempre per traccia lungo la cresta fino a ricongiungersi con il sentiero OAV 417. Il sentiero traversa il versante sud del monte Hochwipfel, facendo attenzione in alcuni tratti franati. Si giunge a quota a 2080m circa, dove il sentiero segnalato cambia direzione per risalire vero l’Hochwipfel. Per raggiungere il cimotto erboso del Windscahufel, si prosegue verso est, con perdendo alcune decine di metri di quota per poi risalire di 50 metri circa fino al cimotto erboso di quota 2095m (circa 30 minuti dalla Creta di Lanza). Raggiunta la seconda cima di giornata, rientriamo verso il sentiero OAV 417 e saliamo il pendio est dell’Hochwipfel che ci porta alla croce (circa 30 minuti dal Windschaufel). Dalla cima scendiamo lungo la traccia evidente, a tratti ripida, che segue la cresta ovest del monte, fino a riportarci sul sentiero OAV 417, che percorriamo fino alla sella di quota 1955m. Dalla sella scendiamo con il sentiero 419 verso la sella di Cordin; prima della sella incontriamo un bivio dove a sinistra possiamo tornare alla sella di val Dolce con il sentiero CAI 403. Procediamo invece a destra verso sella Cordin; alla sella con il CAI 448 raggiungiamo la casera di Cordin grande (circa 1 ora e 20 minuti dall’Hochwipfel). Dalla casera rientriamo al passo di Cason di Lanza con il sentiero dei contrabbandieri CAI 451 che ci porta sulla strada asfaltata che sale a Cason di Lanza da Paularo; seguiamo la strada asfaltata per 600m circa e giungiamo al passo. L’escursione non presenta particolari difficoltà; richiede solo capacità di muoversi fuori dai sentieri segnalati per salire alla Creta di Lanza e in discesa dall’Hochwipfel.
Sentieri CAI 458, 403, 419, 448 e 451; sentiero austriaco OAV 417, Dislivello 930m, Lunghezza Km 14,6, Tempo indicativo: 5h30m (escluse soste), Difficoltà E (EE solo nei tratti un po’ ripidi scendendo dalla Creta di Lanza e dall’Hochwipfel), Altitudine min 1555, Altitudine max 2190.

Traccia GPS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: