Anello del MONTE TREMOL e del MONTE COLOMBERA da PIANCAVALLO

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’anello raggiunge due cime che fanno parte della Alta via dei Rondoi, ovvero il monte Tremol e il monte Colombera. Punto di partenza è il parcheggio nei pressi del Palaghiaccio di Piancavallo. Nei pressi della   struttura si trovano le indicazioni CAI del sentiero 924. Dopo un breve tratto di sentiero si segue una pista che sale a sinistra. Si segue la pista per un centinaio di metri e poi si sale a destra seguendo le indicazioni del sentiero CAI 924 “Sentiero Gerometta” in direzione della val Sughet (al rientro chiuderemo l’anello su questo bivio). Il sentiero sale deciso nella faggeta per poi uscire sui pendii erbosi; si raggiunge così il bivio con il sentiero CAI 993 alla base della val Sughet (circa 1 ora dalla partenza). Si prosegue a sinistra sul sentiero CAI 993 per baita Arneri. Dopo circa 20 minuti di camminata si incontra una tabella in legno che indica di deviare a destra per “Al Cristo del monte Tremol”. Si segue questa indicazione e si raggiunge una pista di servizio delle piste da sci e si sale a destra, raggiungendo il punto in cui è presente il Cristo in legno. Nei pressi si trova il segnavia del sentiero CAI 918 Alta Via dei Rondoi che sale al monte Tremol, con un primo breve tratto attrezzato. Dopo questo tratto il sentiero sale lungo la cresta e in 20 minuti dal Cristo si raggiunge la vetta del monte Tremol (assenza di croce; libro di vetta). Si prosegue in discesa seguendo la cresta (sempre sufficientemente ampia) sul sentiero CAI 918 fino alla forcella Tremol (dove troviamo a sinistra la traccia che seguiremo successivamente per scendere verso la valle di Sass) e poi in salita verso il monte Colombera (circa 30 minuti dal monte Tremol; croce + libro di vetta). Si rientra alla forcella Tremol e si scende verso la stazione di arrivo della seggiovia, seguendo la traccia bollata che porta in direzione del monte Forccella. Si giunge così alla stazione di arrivo e si inizia a scendere lungo la pista da sci, e la si lascia dopo poco per seguire sulla sinistra il sentiero CAI 918 (tabella sbiadita “Baita Arneri”) che conduce alla baita Arneri. Per scendere a Piancavallo si segue la pista di sci sul retro della baita Arneri per poi lasciarla per seguire il sentiero che dapprima corre sotto la seggiovia e poi devia verso sinistra collegandosi alla pista percorsa per poche decine di metri all’inizio della escursione. Si ritorna così al punto di partenza della escursione.
Carta Tabacco 012, sentieri CAI 924, 993, 918 e piste da sci, Dislivello 850m, Lunghezza km 8,8, Tempo indicativo 4h (escluse soste), Difficoltà E + breve tratto attrezzato, Altitudine min 1300m, Altitudine max 2070m.

Traccia GPS

 

Anello di MALGA STRECHIZZA e di MALGA RAUNA da MALBORGHETTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’anello si svolge tra Malborghetto e Valbruna, transitando per le malghe di Strechizza e Rauna. L’escursione parte dal parcheggio nei pressi del campo sportivo di Malborghetto. Dal parcheggio si segue la strada asfalata in direzione sud, si passa sotto l’autostrada, si passa nei pressi di un grande prato con bel stavolo e si inizia a salire lungo la pista forestale (CAI 606) di servizio alla malga Strechizza. La pista sale in modo ripido fino a quota 1050 metri, poi nella seconda parte sale con pendenza più moderata. Lungo la pista, a quota 1080m circa, si incontra sulla sinistra (freccia verde a lato della pista) un sentiero che permette di tagliare una parte della strada, ricongiungendosi al tornante di quota 1130m. Si giunge così a malga Strechizza (privata, circa  1 ora e 40 minuti dalla partenza, escluse soste), con qualche vacca al pascolo. Si continua a salire sul sentiero CAI 606, si lascia a sinistra il sentiero CAI 608 per sella Nebria e si prosegue sul CAI 606 per cappella Zita e malga Rauna. Prima del pianoro che ospita cappella Zita si incontra il bivio (punto più alto dell’escursione) con il sentiero CAI 607 che sale allo Jof di Miezegnot. Il sentiero CAI 606 termina al bivio e si scende a sinistra (CAI 607) alla cappella Zita e alla sottostante malga Rauna (aperta come bivacco; 40 minuti da malga Strechizza); dalla malga Rauna si scende verso Valbruna sulla pista forestale (CAI 607); dopo pochi minuti si incontra sulla sinistra una tabella in legno con l’indicazione per sella Nebria e si segue questo sentiero. La mulattiera (della Grande Guerra ?) è evidente e segnalata con segnali bianco-rosso; si scende passando sotto la cima del Golitz Kopf e successivamente si scende in modo più deciso verso sella Nebria (1 ora e 10 minuti da malga Rauna). Nella prima parte (fino a quota 1400m ) ci sono alcuni tratti un po’ rovinati che richiedono un minimo di attenzione. Si giunge a forcella Nebria e si segue la pista sterrata che scende a sinistra verso Malborghetto, terminando l’escursione nei pressi del campo sportivo.
Carta Tabacco 018, sentieri CAI 606 e 607, sentiero segnalato del Golitz Kopf e pista sterrata, Dislivello 850m, Lunghezza km 12,5, Tempo indicativo 4h (escluse soste), Difficoltà E, Altitudine min 720m, Altitudine max 1560m.

Traccia GPS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: