CASERA MALINS da PIAN DI CASA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Casera Malins si trova in zona Val Pesarina alle pendici del monte Pieltinis in un’ampia conca prativa. La malga è stata recentemente ristrutturata mantenendo le stesse caratteristiche architettoniche di un tempo. Il paesaggio circostante è reso particolarmente suggestivo verso nord dalla veduta delle Dolomiti Pesarine. La ciaspolata è lunga e faticosa, ma il panorama una volta raggiunta la malga ripaga ampiamente lo sforzo. Punto di partenza: viste le copiose nevicate dell’ultima settimana che hanno reso difficile la possibilità di parcheggio lungo la strada che percorre la Val Pesarina, abbiamo deciso di parcheggiare l’auto direttamente a Pian di Casa, dove c’è la pista da sci di fondo. Percorso: inizialmente si perde un po’ di quota seguendo le vecchie piste da sci fino ad imboccare la strada (cartello con indicazioni poco sotto l’Albergo Pradibosco) che scende al Torrente Ongara. Una volta attraversato tramite un ponticello, si risale lungo la pista forestale Cai 204/a (Sentiero del Codarùl) che percorre tutta la valle del Rio Malins, risale le pendici del monte Malins e conduce direttamente ai prati di Casera Malins. Per il ritorno stesso percorso. Carta Tabacco 01 (App Tabacco E06G), Segnavia Cai 204/a, Dislivello 800 circa, Lunghezza 13km (andata e ritorno), Tempo indicativo 5h (escluse soste), Altitudine min 1060, Altitudine max 1672.

mappa MALINS

CASERA DOANA e MONTE VERNA dalla STRADA LAGGIO DI CADORE – SELLA CIAMPIGOTTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Casera Doana e il monte Verna si trovano in Cadore, ad ovest della vallata di Sauris. Il punto di partenza della escursione è lungo la strada che da sella Ciampigotto scende a Laggio di Cadore. Dalla sella Ciampigotto, che si raggiunge in inverno dalla val Pesarina, si scende verso Laggio di Cadore e dopo il quinto tornante si trova sulla sinistra l’inizio della pista forestale (CAI 338) per casera Doana. Per il parcheggio dell’auto utilizzare lo slargo della strada a destra subito dopo il quinto tornante. La pista forestale inizia in discesa raggiungendo in pochi minuti un ponte sul rio che percorre la val Larga. Dal ponte inizia la salita lungo la valle del Bosconegro tra il monte Cassoi e il monte Verna. Giunti ad una piccola sella la ripida salita finisce e si prosegue in falsopiano verso la casera Doana. Giunti nei pressi della casera (circa 1h1h15m dalla partenza), il panorama si apre verso i principali colossi dolomitici dalle Tre Cime di Lavaredo, all’Antelao, al Pelmo e al Civetta. Prima di raggiungere la casera, saliamo a sinistra verso la sella (2030m) tra monte Verna e Col Rosolo; giunti alla sella, sulla sinistra vediamo il ripido pendio che dobbiamo risalire per raggiungere la cima del monte Verna. Attenzione al ripido pendio in caso di presenza di ghiaccio. Superato questo pendio, si percorre la facile dorsale e si raggiunge la cime del monte Verna, con ampio panorama, fino alle Alpi Giulie. Scendiamo alla sella e raggiungiamo la casera Doana; dalla casera è possibile raggiungere la baita posta nei pressi del Col Camporosso, posta al di sopra della casera de La Fede. Rientrati a casera Doana, ripercorriamo la pista (sentiero CAI 338) fino al parcheggio. Come scritto sopra, la salita al monte Verna dalla sella di quota 2030m presenta un pendio ripido da salire; anche raggiungere la sella può essere un ottimo punto di arrivo della ciaspolata. Dalla sella si può salire anche al Col Rosolo (link).
Carta Tabacco 02, Sentiero CAI 338 + percorso libero, Dislivello 600, Lunghezza Km 9, Tempo indicativo: 4h (escluse soste, con traccia battuta), Difficoltà EAI, Altitudine min 1570, Altitudine max 2106.

Traccia GPS (grazie a Carlo)

Doana_Verna_mappa

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: