GIRO delle MALGHE del PIANCAVALLO

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il GIRO delle MALGHE del PIANCAVALLO è una delle “classiche” invernali con le ciaspole. L’escursione completa, che si snoda lungo i sentieri e le piste forestali che collegano alcune malghe a est della località turistica di Piancavallo, prevede la visita di cinque casere (Caseratte, Valfredda, Del Medico, Barzan e Collalto) per una lunghezza di 12 km. Per questa occasione abbiamo percorso un anello ridotto in senso antiorario, partendo dalla rotonda all’ingresso di Piancavallo e fissando come meta Casera Caseratte. Consigliatissima a tutti con panorama sul gruppo del Cavallo, sul Monte Duranno, sulla Cima dei Preti e sulla pianura friulana.
Carta Tabacco 012, Segnavia locali (“Passeggiata delle Malghe”), piste forestali e sentiero CAI 985, Dislivello circa 200m, Lunghezza km 9, Tempo indicativo: 4 ore (escluse soste), Altitudine min 1270, Altitudine max 1349.

mappa piancavallo

 

 

MONTE DAUDA da VINAIO

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il MONTE DAUDA si trova nelle Alpi Carniche, sottogruppo delle Tolmezzine Orientali. La via classica di salita alla cima prevede partenza da Fielis e passaggio per Malga Dauda (sia d’estate che d’inverno). Per questa escursione abbiamo deciso di salire da sud da Vinaio, sopra Lauco. L’escursione è lunga, faticosa e va affrontata solo con determinate condizioni di neve visto il ripido costone del Monte Cavolat da affrontare per arrivare sulla cresta del Monte Dauda. (foto di Genny Masotti e Sergio Tosoni). Carta Tabacco 013, Segnavia: Sentiero Ivano Cimenti e Cai 157, Dislivello 1000 circa, Lunghezza 17 km circa, altitudine min 811, altitudine max 1765.

mappa dauda

RIFUGIO VENEZIA da ZOPPE’ di CADORE

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il RIFUGIO VENEZIA si trova in Cadore alle pendici del Monte Pelmo (versante meridionale). Meta obbligata d’estate per chi vuole salire in cima alla Cattedrale delle Dolomiti, in questa stagione abbiamo scelto di raggiungerlo con una facile ciaspolata da Zoppè di Cadore. Panorama impagabile. (foto di Genny Masotti e Sergio Tosoni).
Carta Tabacco 025, Segnavia Cai 456-493-471, Dislivello 500 circa, Lunghezza 10 km circa, altitudine min 1450, altitudine max 1947.

rifugio venezia

 

MALGA GRANUDA da MALBORGHETTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Malga Granuda si trova sulle pendici settentrionali del Cuel dai Pez e si può raggiungere con le ciaspole risalendo la pista forestale che parte dalle case di Ombrico, poste poco prima di Malborghetto, sulla riva sinistra del Fella. Si può trovare parcheggio poco prima del ponte sul Rio Granuda Grande. Attraversato il ponte, si gira a sinistra, si passa sotto il viadotto autostradale e si sale sulla larga pista forestale, con viste sul monte Scinauz, Cocco, Osternig, Acomizza e Due Pizzi. Superato il limite superiore del bosco, si traversa verso destra e si raggiunge la malga Granuda. La legnaia e la casera sono aperte. Dalla malga si ammirano le cime dei monti Cuel dei Pez, Gosadon e Due Pizzi. Dalla casera è possibile salire alla cima del monte Granuda, con vista molto limitata per la presenza di numerosi alberi. Rientro per il percorso effettuato all’andata.
Carta Tabacco 018, Pista forestale, Dislivello 900, Lunghezza km 9, Difficoltà: EAI, Tempo indicativo: 4h30m (escluse soste), Alt.min 690, Alt.max 1580.

granuda_mappa2018

Vedi anche: Malga Granuda da Malborghetto (2016)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: